Eventi e manifestazioni - ROMANZESU E MUSEI - BITTI (NU)

Vai ai contenuti
Eventi e Manifestazioni

Eventi, spettacoli, manifestazioni e feste del paese di Bitti
Turismo lento
In cammino tenendo per mano l'ombra

è il titolo  dell'ultima fatica letteraria di Bachisio Bandinu, autore di numerosi saggi e romanzi.
Il volume, pubblicato dalla Fondazione Culturale Sardinia, è un condensato di antropologia culturale, rivelazioni sensoriali e acustiche del paesaggio sardo.
La presentazione, a cura della Cooperativa Istelai, VENERDI 14 GIUGNO 2024 ore 20.00 a Bitti presso
Piazzetta Pittalis/Museo multimediale del canto a tenore MMT- Museo della civiltà pastorale e contadina MUBI

Dialogano con l’autore:
Silvana Sanna e Adriana Demelas

Vi aspettiamo !!!
TenoRap
Il 29 dicembre ultima serata del festival: tavola rotonda con esperti e premiazione del fondatore del Tenore Remunnu ‘e Locu, Daniele Cossellu.

La seconda edizione del festival musicale TenòRap “Duos munnos in unu”  si chiuderà con la terza serata di appuntamenti il prossimo 29  dicembre, dalle ore 18 al cinema Ariston di Bitti, con una tavola  rotonda dedicata al tema: “L’innovazione del canto a tenore e della  cultura popolare in Sardegna”. L’ultima tappa della rassegna, dopo le  altre iniziative del 10 e 15 dicembre, incentrate soprattutto  sull’esibizioni dei gruppi a tenore, di canto corale sardo e di gospel,  sarà dedicata all’analisi e allo studio. A coordinare i lavori, in  calendario il 29, ci penserà il giornalista Giacomo Serreli:  moderatore d’eccezione con una grande conoscenza ed esperienza della  tradizione musicale regionale. L’incontro sarà aperto dai saluti  istituzionali del consigliere comunale e delegato alla Cultura e  Patrimonio identitario, Mario Sanna, e del  presidente della Conferenza nazionale dei presidenti dei Conservatori  italiani e presidente del Conservatorio di Sassari, Ivano Iai. Sul “Ruolo del conservatorio nello studio e nella valorizzazione della musica sarda di tradizione orale” interverrà Gian Nicola Spanu, docente di Storia della musica e Antropologia musicale al Conservatorio di Sassari. L’antropologo bittese Bachisio Bandinu tratterà quindi il tema “L’influenza della spettacolarizzazione sul canto a tenore”, mentre l’artigiano e artista di Terra Pintada di Bitti, Robert Carzedda, farà il punto su “L’influenza del canto a tenore nell’arte”. Sarà poi la volta dell’etnomusicologo Sebastiano Pilosu con “Cantatores de gabale. S’istòria moderna de su cantu a tenore”. La tavola rotonda sarà chiusa dal sindaco di Bitti, Giuseppe Ciccolini, che parlerà di “Canto a tenore come risorsa economica e sociale: la musealizzazione del canto a tenore a Bitti”.
La premiazione
Completata la parte di analisi e studio  affidata agli esperti la serata proseguirà con la consegna di  un’onorificenza, come “Innovatore del canto a tenore”, che  l’amministrazione comunale consegnerà al leader storico e fondatore del gruppo a tenore Remunnu ‘e Locu, Daniele Cossellu.
TenòRap|
Tenorap, “duos munnos in unu”.
Dopo l’apertura del festival il 10 dicembre si passa al secondo appuntamento del 15 con l’esibizione dei gruppi di canto corale sardo e di gospel

Dopo l’apertura dell’edizione 2023 del festival musicale TenòRap “Duos munnos in unu”, che si è tenuta il 10 dicembre nella chiesa di Santu Michelli a Bitti, si passa subito alla seconda tappa della rassegna, presentata dal giornalista Ottavio Nieddu, con l’appuntamento del 15 dicembre alle ore 20 nella chiesa di San Giorgio Martire, dal titolo: “Coralità a confronto”. Ad allietare il pubblico con le proprie melodie ci penseranno, in apertura, i padroni di casa del tenore Vitzichesu di Bitti e poi il coro Carrales di Cagliari, il coro Montalbo di Siniscola, i Movin’on Up Gospel Choir di Olbia e i Joyful Soul OVD di Sassari.
La serata musicale accompagnerà gli appassionati lungo il filo conduttore che caratterizza questa seconda edizione del festival: il confronto artistico tra il canto corale sardo e la musica gospel. Mentre l’edizione 2022 aveva come tema quello della guerra e della pace, quest’anno si è deciso di dedicare il festival alla violenza sulle donne e alle loro libertà negate.
Terza e ultima tappa del festival.
Il terzo e ultimo appuntamento 2023 di TenòRap “Duos munnos in unu” si terrà il 29 dicembre nel cinema Ariston di Bitti con una tavola rotonda dedicata al tema: “L’innovazione del canto a tenore e della cultura popolare in Sardegna”. I saluti istituzionali, nella serata moderata dal giornalista Giacomo Serreli, saranno curati dal consigliere comunale e delegato alla Cultura e al Patrimonio identitario, Mario Sanna, e dal presidente della Conferenza nazionale dei presidenti dei Conservatori italiani e presidente del Conservatorio di Sassari, Ivano Iai. Sul “Ruolo del conservatorio nello studio e nella valorizzazione della musica sarda di tradizione orale” interverrà Gian Nicola Spanu, docente di Storia della musica e Antropologia musicale al Conservatorio di Sassari. L’antropologo bittese Bachisio Bandinu tratterà invece il tema “L’influenza della spettacolarizzazione sul canto a tenore”, mentre l’artigiano e artista di Terra Pintada di Bitti, Robert Carzedda, farà il punto su “L’influenza del canto a tenore nell’arte”. Sarà poi la volta dell’etnomusicologo, Sebastiano Pilosu, con “Cantatores de gabale. S’istòria moderna de su cantu a tenore”. La tavola rotonda sarà quindi chiusa dal sindaco di Bitti, Giuseppe Ciccolini, che parlerà di “Canto a tenore come risorsa economica e sociale: la musealizzazione del canto a tenore a Bitti”.
A rendere ancora più emozionante la serata sarà la consegna di un’onorificenza, come “Innovatore internazionale del canto a tenore”, che l’amministrazione comunale darà allo storico leader e fondatore del gruppo Remunnu ‘e Locu di Bitti, Daniele Cossellu. La chiusura della seconda edizione di TenòRap sarà tutta musicale con l’esibizione del quartetto dei Remunnu ‘e Locu a cui, magari ed è l’augurio di tuti, si unirà anche Cossellu.
© Cooperativa Istelai 2024
Torna ai contenuti